Emozione, sartoriale. Annalisa Colonna e le sue donne straordinarie

La capsule collection “SENÉLE per casalinghe poco disperate” della fashion designer Annalisa Colonna, nata ad Altamura (BA), sarà esposta in anteprima assoluta durante l’evento di Pasquetta Up To the Jefu il 22 aprile a Grottaglie (Taranto) e, dal 25 Aprile in poi, assieme a tutta la collezione di abiti sartoriali a suo nome, presso lo spazio Il Palmento, nel centro storico di Altamura (Bari), proprio quando parte la Festa Medievale Federicus 2019.

Due occasioni da non perdere per riscoprire l’essenza della Puglia che ama le sue radici, le sue location e le riscopre in chiave contemporanea, insolita, un po’ ironica, attraverso l’equilibrio di ricerca dei materiali (dalle sete, ai laminati e per finire al cotone) e delle linee che comprendono i segreti dell’alta sartoria italiana.

CHI È ANNALISA COLONNA
Fashion Bridal Designer/ Product e consulente di stile e creativo, Annalisa Colonna è una designer di origine pugliese con esperienza ultradecennale nella ricerca e progettazione moda donna, specializzata nello Stile & Prodotto sartoriale e su misura.
“Ho consapevolmente scelto di intraprendere un percorso unico ed eccellente di studi di settore: prima la maturità artistica, per una visione culturale ad ampio raggio, poi la laurea nel 2002 in Progettazione della Moda e Costume nella Facoltà di Architettura all’Università di Firenze, con parallelo corso triennale, sempre a Firenze, all’istituto Polimoda, riconosciuta tra le migliori fashion school al mondo per la preparazione altamente qualificata ed internazionale”- si legge nel suo blog La mia stilista personale , dove è possibile scoprire i dettagli della sua visione artistica e sartoriale.
Ha lavorato al fianco di importanti direttori creativi e per: Bellantuono, Blumarine Sposa, Gai Mattiolo, MySecret Sposa, Giovanna Sbiroli e presso uffici stilistici ecc; illustratrice e contributor per press on line come Donna Moderna, tutor per FashionPuglia e Maison Signore. Blogger per la fiera di Milano SposaItalia. I suoi abiti sono apparsi sulle copertine e redazionali di Vogue Sposa, White, Sposabella, etc.
Pagina Facebook Stilista Personale: www.facebook.com/stilistapersonale

LA COLLEZIONE EMOZIONALE SARTORIALE
I volumi, le trasparenze, gli accessori e le stratificazioni dei capi sono versatili, a disposizione della donna, libera di interpretarli a modo proprio e a seconda dell’emozione del momento. L’abito per le occasioni speciali, che sia un evento pomeridiano o un matrimonio o un party serale o, addirittura, per un quotidiano straordinario, qui diventa visione poetica e sensibile della realtà, interpretazione istintiva, creativa e privata del cosiddetto “tempo libero”.

Alcuni sono dei veri e propri abiti su misura, disegnati ascoltando le esigenze del cliente, nati per esaltare fisicità e personalità specifiche. Le donne straordinarie sono quelle che hanno saputo andare oltre la consuetudine, che si liberano dagli stereotipi, quelle chiamate a dimostrare giorno per giorno la propria forza, bellezza ed intelligenza, grande flessibilità, spirito di sacrificio, accoglienza, alle volte, il compromesso.

Le donne straordinarie sono quel modello femminile fatto di pura energia vibrante che disorienta il pensiero comune del “si è sempre fatto così” o del “non si può fare”. Una visione personale della donna, che in realtà, è nascosta, chi più chi meno, in ognuna di noi. Perché, coraggiose e straordinarie lo siamo tutte.
Abiti pensati e realizzati in Puglia da donne, instancabili e capaci, per le donne: pronte a reinventarsi, a brillare di luce propria; contemporanee e, soprattutto, unite.

Per questo motivo, all’interno dello spazio Il Palmento, si alterneranno collaborazioni nate attraverso il canale social Stilista personale, la #CommunityStilistapersonale. Sono tutte giovani donne (ma anche uomini) intraprendenti, che operano nella moda o/e per la propria terra, protagonisti ed anticipatori dei desideri e delle speranze del domani: le dottorande di ricerca in antropologia culturale Angela Cicirelli e Ciriaca Coretti (quest’ultima anche artista); lo storico dell’arte Raffaele Germinario; le giovani sarte, ricamatrici e stiliste Rosa Marvulli e Marta Ferrulli; la fondatrice di Pugliami – Olive Oil Cosmetics, Deborah Baldasarre e tanti altri.

SENÉLE per casalinghe poco disperate by ANNALISA COLONNA CAPSULE COLLECTION

Tra le pieghe di questo scampolo di cotone, abbozzato alle fattezze di un abito, le donne pugliesi raccoglievano tutta la loro essenza: il SENÉLE è stato il simbolo di una vita dedita al lavoro in casa e nei campi, all’accudimento no – stop dei figli, del padrone e del proprio marito. Una divisa quotidiana che era anche un mezzo per comunicare: quello che una donna non voleva o non poteva dire a voce, lo esprimeva attraverso i movimenti di questo tessuto, le sue pieghe, il modo di indossarlo o sventolarlo. Anche gli atteggiamenti dovevano essere limitati e la femminilità silenziata: non per nulla il grembiule veniva anche chiamato “pegno d’onestà” o “coprivergogne”. Cosa è cambiato? Oggi la donna lavora fuori, oltre che lavorare a casa. Casalinghe lo si è sempre.

                                        

Quel grembiule o quella vestaglia a fiorellini che era quindi la divisa delle nostre nonne e bisnonne, simbolo di quella Puglia laboriosa e silenziosa, qui si trasforma in un capo giovane e pop, adatto per uscire, sorprendere e divertirsi. SENÉLE è la collezione per casalinghe poco disperate, autoironiche, impegnate e coraggiose. Un progetto di re-fashion, una trasformazione eco – sartoriale di veri grembiuli Made in Italy: accorciati, ricamati, assemblati diversamente. Un concept pensato e realizzato in Puglia dalle donne (sarte e ricamatrici) per le donne…instancabili e capaci, fuori dagli schemi, pronte a reinventarsi, a brillare di luce propria; contemporanee e, soprattutto, unite.

UP TO THE JEFU
“Un elogio al cielo, proprio così. Dalle nostre parti, in Puglia, dire jefu significa terrazza, significa spazio aperto e nuvole sopra la testa. Salire in terrazza è un viaggio di gradini che portano sotto il sole, tra i venti, sul ciglio di un panorama da ammirare e brindare. UP TO THE JEFU, quindi, celebra il rito della terrazza, delle terrazze, di cui la Puglia intera è pienissima: ognuna una location ideale per ritrovarsi, salutare il tramonto con un calice di vino e, nell’aria, musica. Ingredienti semplici per un appuntamento tutto nostro, intimo, da vivere a braccia aperte come quando sulla terrazza si corre contro le lenzuola”.
Pagina Facebook: www.facebook.com/uptothejefu

IL PALMENTO

“Spazio dove le #idee fermentano e generano #Arte. Locale originariamente utilizzato per contenere un’ampia vasca atta alla pigiatura e alla fermentazione del mosto (detto appunto, Palmento), ora, in via temporanea, è un bellissimo e suggestivo spazio dove gli artisti possono esprimersi, confrontarsi e organizzare autonomamente mostre ed eventi culturali. Il Palmento ha due ingressi: in via Santa Croce 11 e in vico Soccorso 35, traverse ben visibili di Corso Federico II di Svevia, a qualche metro dalla Cattedrale”.
Pagina Facebook: www.facebook.com/ilpalmento